Genova, 19 Febbraio 2018 18.01





 
NARRATIVA

 

Narrativa

31
AGOSTO
2017
Articolo letto 51 volte

La luce-copertina1 copia

13

Raccontare tutto a suo padre? Aveva tanto bisogno di uno sfogo. Parecchie volte s’era preparato ad aprirsi, poi silenzio. Cosa avrebbe potuto fare suo padre? Era mai stato capace, suo padre, di difendersi o di difendere qualcuno? Ogni tanto, di rado, quando proprio non ne poteva più, aveva uno scatto che non cambiava nulla. Poi si richiudeva di nuovo in se stesso e le cose continuavano, se possibile, ancor peggio di prima.

Leggi tutto...


31
AGOSTO
2017
Articolo letto 55 volte

La luce-copertina1 copia

12

La zia Aurelia era sempre stata per Paolo una specie di entità lontana e leggendaria, di cui aveva appreso l’esistenza solo dai discorsi dei genitori.

Leggi tutto...


31
AGOSTO
2017
Articolo letto 66 volte

La luce-copertina1 copia

11

In quei giorni ferveva la campagna elettorale. Il signor (compagno) Giovanni Viviani era impegnato a fondo per la propria candidatura al parlamento. Alberto, sovraccarico di lavoro per mandare avanti la ditta, o meglio la cooperativa, riuscì a tenersene fuori.

Leggi tutto...


31
AGOSTO
2017
Articolo letto 70 volte

 

La luce-copertina1 copia

 10

Alberto Viviani aveva sempre avuto una guida nella vita: suo padre. Giovanni Viviani era un pezzo da novanta, importante esponente politico, sia pure nel limitato cerchio della provincia, per quanto avesse più volte battuto il capo contro la posizione ufficiale del suo partito, che considerava troppo moderata. Il figlio aveva accettato senza discutere tutto ciò che gli veniva dal padre: Dio è una favola, i preti soltanto dei parassiti.

Leggi tutto...


I TRIGOTTI

CHI SIAMO?
Ve lo diciamo in lingua matematica
t=b(1+1/2)=3m

E' necessaria una precisazione:
e sia ben chiaro noi non siamo bigotti.

 
I nostri articoli sono stati letti
volte
 
RICERCA

Per effettuare una ricerca interna al sito:

 
ULTIMO ARTICOLO
  • Emilio Biagini

    GUAI A VOI QUANDO TUTTI GLI UOMINI PARLASSERO BENE DI VOI

    Ascoltiamo i Vangeli. “Guai a voi quando tutti gli uomini parlassero bene di voi; poiché lo stesso facevano i loro padri con i falsi profeti.” (Luca 6, 26). E per contro: “Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
 Rallegratevi ed esultate, poiché grande è la vostra ricompensa nei cieli.” (Matteo 5, 11-12).

    Infatti il mondo è del diavolo, che è l’autore della morte, l’unica cosa che Dio non aveva creato, e che Egli distruggerà nell’ultimo giorno. Quindi meglio essere invisi al mondo che lodati dal mondo. Non vi è paese dove i cristiani, su impulso del demonio, non siano perseguitati, con la violenza o con la calunnia e il dileggio. Ma le persecuzioni indicano solo che siamo sulla buona strada, sulla quale voglia Dio mantenerci.

    I comunisti persecutori sono sempre gli stessi, sotto qualunque maschera, ma, per salvarsi dal naufragio, causato dalla bestialità della loro dottrina, hanno cercato un nuovo padrone: la grande finanza usuraia, mondialista, abortista, assassina, omosessualista, che ha fatto alleanza con la morte e bestemmia nei Gay Pride, ma si offende per ogni osservazione men che servile.

    Ma è bene aspettare con pazienza, perché la giustizia non mancherà. Per quanto mi riguarda, abbraccerei volentieri quelli a cui non vanno a genio i miei libri e il mio credere e difendere la verità, quelli che hanno sparlato di me e cercato di recarmi danno, a scuola, all’università e altrove. O meglio, li abbraccerei, se non mi facessero un po’ senso.

     

    Leggi tutto...

 
 
 
© I TRIGOTTI
Tutti i diritti riservati - Informativa Cookies

Credits www.dpsonline.it