Genova, 24 Aprile 2018 14.23





 
CAELI ENARRANT GLORIAM DEI

 

Caeli Enarrant Gloriam Dei

29
MARZO
2007
Articolo letto 5129 volte

L’ecologismo affonda le radici nelle idee di Thomas Robert Malthus che concepisce l’uomo come un essere meramente materiale. La sua teoria corrispose ad un preciso bisogno di autodifesa dei ceti privilegiati britannici in un momento in cui si sentivano gravemente minacciati dal dilagare delle rivoluzioni. Il “Saggio sulla popolazione” di Malthus, pubblicato a Londra nel 1798, apparve infatti proprio mentre divampava la rivoluzione francese. Le colonie americane si erano già staccate dalla “madrepatria”. Abituati a vincere tutte le guerre, gli aristocratici britannici si erano visti sconfitti dai ribelli guidati da Washigton ed avevano perduto una parte importantissima dell’impero: era stato umiliato (solo momentaneamente) l’orgoglio militare e nazionalistico, scosso il potere economico, messo in discussione il mito della casa regnante ereditaria.

Leggi tutto...


29
MARZO
2007
Articolo letto 2444 volte


Come tutti i libri di favole, anche il celebre “Primavera silenziosa” di Rachel Carson, pubblicato nel 1962, e subito divenuto uno dei sacri testi dell’incipiente movimento ambientalista, inizia con “C’era una volta ....... “, e si avventura in un’idillica descrizione di un’America “dove tutte le creature sembravano vivere in armonia con l’ambiente”, e allietata dal canto di tanti uccellini. E prosegue trafiggendo con parole di fuoco l’uso dei pesticidi, e in particolare del DDT (diclorofeniltricloroetano), che avrebbe causato la morte degli uccellini e reso “silenziosa” la primavera.

Leggi tutto...


29
MARZO
2007
Articolo letto 2561 volte


Le macchine hanno sconfitto la fatica e aumentato la produttività in agricoltura, come negli altri campi dell'economia. Per raccogliere il grano da un ettaro di terreno agrario col falcetto occorrono un centinaio di ore di lavoro, con la falce circa 75 ore, con la falciatrice e legatrice poco più di di tre ore, con la mietitrebbia un’ora. Alla sconfitta della fatica ha contribuito anche la chimica: liberare un terreno dalle erbacce infestanti con la zappa è una fatica massacrante che evidentemente né gli euroburocrati, né i dirigenti delle multinazionali, né gli ambientalisti che schiamazzano nelle dimostrazioni, hanno mai provato; con i diserbanti questo lavoro è diventato accessibile persino a gente con le mani bianche come loro, se solo si degnassero di sporcarsele con un poco di lavoro autentico.

Leggi tutto...


29
MARZO
2007
Articolo letto 2413 volte


La preoccupazione di prevenire inutili sofferenze inflitte agli animali è pienamente giustificata, anche tenendo conto che le differenze fisiologiche da specie a specie sono tali che un esperimento medico condotto su cavie animali spesso non ha alcun significato se riferito all’uomo. È pienamente comprensibile e condivisibile, quindi, la contestazione degli studenti universitari britannici scatenatasi in seguito ad una dimostrazione pratica di vivisezione all’università di Norwich nel 1876, che condusse alla promulgazione della Legge sulla crudeltà contro gli animali (Cruelty to Animals Act). Il fatto è che i cosiddetti “animalisti” vanno ben oltre.

Leggi tutto...


I TRIGOTTI

CHI SIAMO?
Ve lo diciamo in lingua matematica
t=b(1+1/2)=3m

E' necessaria una precisazione:
e sia ben chiaro noi non siamo bigotti.

 
I nostri articoli sono stati letti
volte
 
RICERCA

Per effettuare una ricerca interna al sito:

 
ULTIMO ARTICOLO
  •  WHAT FOREIGN COUNTRY WOULD YOU LIKE TO VISIT?

    A DIALOGUE BETWEEN TWO ITALIAN FRIENDS

    Tell me, Fulgenzio, why did once go so often to Britain, and now you're not going there anymore?

    You see, Terenzio, my English friends told me with great satisfaction that their beloved son had “happily crowned his love dream” with a male friend, and their darling daughter had gone to live in sapphic fashion with a girl friend; and I kept silence because I knew they would not understand my disgust for such behaviour. They would have thought I only was hankering after God knows what obsolete moral prejudices. They are sunk into such a morass of relativism that "good" and "evil" are for them but meaningless words; they are unable to understand that moral laws are for all times and all peoples, because God gave them, they are engraved into every human heart, and no man can change them. Then I read about the indiscriminate hospitality of the London government to islamic terrorists, while the same government rejects Catholic refugee nuns from Syria. I also read that muslim men systematically attack and rape English women and the press is being ordered to understate such news as much as possible: what a splendid exhibition of justice and courage! The absurd claim that islamic immigration could coexist with secularized morals, i.e. with feminism, homosexualism, relativism, atheism, environmentalism etc. begins to show its irreducible contradiction. Finally, British doctors have begun, in pure Nazi fashion, to kill sick babies they were unable to cure, and they got "moral" support from the local clergy. At that point I decided that, if I wished to visit a foreign country, it was far better for me to go to Russia.

     

    You're not English anymore, but Anglonazis. You make me vomit.

    Leggi tutto...

 
 
 
© I TRIGOTTI
Tutti i diritti riservati - Informativa Cookies

Credits www.dpsonline.it