Genova, 21 Febbraio 2018 09.20





 
AQUILE E VIPERE » LIBRI

 

Libri

11
OTTOBRE
2013
Articolo letto 1024 volte

ORO O O LATTA: QUESTO È IL PROBLEMA
Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

-Figura_aquila


And the winner is …….

Ecco il vincitore della prossima Aquila d’oro:

Un magnifico romanzo contro corrente:

NICOLA, PIERO (2013) IL BACIO, Chieti, Tabula Fati

Piero Nicola

 

 Segue un commento di Emilio Biagini:

Con questo primo romanzo ci si presenta un nuovo interessantissimo autore assai politicamente scorretto e quindi, non fosse altro, solo per questo apprezzabile.

Il protagonista ed io narrante è un trentacinquenne postino, profondamente cattolico, impegnato nell’assistenza ai più diseredati, carattere ben delineato, forte e generoso, privo di futili ambizioni mondane. Egli non si limita ad aiutare materialmente i suoi assistiti, ma cerca anche di portare loro una preziosa testimonianza cristiana. Al tempo stesso di sforza, alla fine con successo, di far riconciliare i suoi genitori, da tempo separati: è commovente il momento in cui la madre fedifraga, finalmente, chiede perdono al marito.

Diversamente si conclude invece la vicenda del difficile amore tra il protagonista e una ragazza “moderna”, tutt’altro che incline a riflettere sulle realtà spirituali e le cose ultime. Quando sembra che la vicenda si avvii al classico lieto fine, il mondo afferra di nuovo questa creatura, che conserverà tuttavia, come scrive nell’ultima lettera, il bel ricordo di un amore che era un sogno e che doveva finire. Ma il protagonista, forte nella Fede, non si perde d’animo e ritrova nel Sacramento della Confessione, la Grazia che lo rigenera.

Il racconto si svolge con grande economia di mezzi, in uno stile asciutto, preciso, molto personale. I personaggi sono vivi e ben delineati. Interessante e vividamente descritto lo squallido ambiente urbano in cui vegetano gli emarginati assistiti del protagonista. Di contro stanno le splendide visioni della Riviera Ligure, che l’autore evoca con grande maestria.

L’esito positivo di quest’opera non è dunque legato solo al fatto di essere controcorrente, perché si può essere controcorrente ma incapaci di scrivere un romanzo che valga la pena di leggere. Qui invece abbiamo di fronte un’opera di alto valore narrativo, oltre che morale, e non ci resta che augurarci che l’autore ci fornisca presto altre prove del suo non comune ingegno letterario.

EMILIO BIAGINI

 


28
GIUGNO
2013
Articolo letto 2518 volte

ORO O LATTA: QUESTO È IL PROBLEMA

Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

-Figura aquila

Assolutamente meritevole del riconoscimento, è questa formidabile raccolta di testimonianze che conferma, in modo inconfutabile, la sublime santità della grande mistica:

CENTONI A. (1987) Una vita con Maria Valtorta, Isola del Liri, Centro Editoriale Valtortiano

 Segue un commento di Emilio Biagini:

Si tratta di un poderoso volume di testimonianze su Maria Valtorta, raccolte e curate da Albo Centoni, mediante una serie di interviste a Marta Diciotti, l’assistente e confidente di Maria Valtorta dal maggio 1935 fino alla morte della veggente il 12 ottobre 1961. Il curatore registrò le memorie della Diciotti su nastro dal 15 gennaio 1975 al 9 giugno 1976, e successivamente le trascrisse e le rielaborò per darvi una forma leggibile, dato che la Diciotti, donna illetterata, non si esprimeva certo in modo pubblicabile. Successivamente il testo veniva rivisto con l’aiuto del Padre Berti, del dottor Pisani e della stessa Marta Diciotti per accertarsi che non fossero avvenuti travisamenti. Alla fine del volume è riportata in facsimile una dichiarazione di Marta Diciotti, resa il 5 febbraio 1987 davanti al notaio Francesco Rizzo di Viareggio, la quale assevera di aver testimoniato il vero e che la forma espressiva ed espositiva data nel libro alle sue testimonianze non ne altera la sostanza.

Leggi tutto...


30
MAGGIO
2013
Articolo letto 1332 volte

ORO O O LATTA: QUESTO È IL PROBLEMA
Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

-Figura_aquila


And the winner is …….

Ecco il vincitore della prossima Aquila d’oro:

Un poema drammatico che rivela un talento letterario non comune:

MAJ F. (2013) Il canto di Mosè, L’Autore Libri, Firenze

Tema di questo potente poema drammatico è la metafora della vita come viaggio, sull’esempio di Mosè, il grande profeta che vide Dio nel roveto ardente, ebbe la rivelazione del Nome divino che attesta l’essenza ontologica dell’Eterno, condusse il popolo eletto lontano dalla schiavitù in Egitto e nella lunga peregrinazione nel deserto ai margini della terra promessa, ebbe a lottare contro incomprensioni e ribellioni, e infine riuscì nell’immane compito che Dio gli aveva imposto.

  

Leggi tutto...


30
MAGGIO
2013
Articolo letto 1264 volte

ORO O LATTA: QUESTO È IL PROBLEMA Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

-Figura aquila

Ben meritevole del riconoscimento, è lo studio del Rizzi su Maria Santissima, da raccomandarsi specialmente ai lettori raptor che leggono la Treccani con dieci "sguardi".

 

RIZZI F. (2013) Il mistero di Maria Donna e Madonna. Riflessioni sulla Madre di Gesù attraverso Dante, san Tommaso e Maria Valtorta, Verona, Fede & Cultura, 2a rist.

Filosofo e teologo della Facoltà di Teologia della Pontificia Università S. Tommaso di Roma, Francesco Rizzi analizza il mistero di Maria ponendo a confronto le diverse prospettive del Sommo Poeta Dante Alighieri, di san Tommaso e della grande veggente Maria Valtorta.

Evidente è la convergenza di idee fra questi tre grandi spiriti nel trattare la sublime santità della Vergine nei grandi temi: Immacolata Concezione, verginità perpetua, Madre di Dio, Corredentrice, Assunta in Cielo in anima e corpo, Mediatrice della Grazia, Regina del Cielo e della Terra.

Leggi tutto...


I TRIGOTTI

CHI SIAMO?
Ve lo diciamo in lingua matematica
t=b(1+1/2)=3m

E' necessaria una precisazione:
e sia ben chiaro noi non siamo bigotti.

 
I nostri articoli sono stati letti
volte
 
RICERCA

Per effettuare una ricerca interna al sito:

 
ULTIMO ARTICOLO
  • Emilio Biagini

    GUAI A VOI QUANDO TUTTI GLI UOMINI PARLASSERO BENE DI VOI

    Ascoltiamo i Vangeli. “Guai a voi quando tutti gli uomini parlassero bene di voi; poiché lo stesso facevano i loro padri con i falsi profeti.” (Luca 6, 26). E per contro: “Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
 Rallegratevi ed esultate, poiché grande è la vostra ricompensa nei cieli.” (Matteo 5, 11-12).

    Infatti il mondo è del diavolo, che è l’autore della morte, l’unica cosa che Dio non aveva creato, e che Egli distruggerà nell’ultimo giorno. Quindi meglio essere invisi al mondo che lodati dal mondo. Non vi è paese dove i cristiani, su impulso del demonio, non siano perseguitati, con la violenza o con la calunnia e il dileggio. Ma le persecuzioni indicano solo che siamo sulla buona strada, sulla quale voglia Dio mantenerci.

    I comunisti persecutori sono sempre gli stessi, sotto qualunque maschera, ma, per salvarsi dal naufragio, causato dalla bestialità della loro dottrina, hanno cercato un nuovo padrone: la grande finanza usuraia, mondialista, abortista, assassina, omosessualista, che ha fatto alleanza con la morte e bestemmia nei Gay Pride, ma si offende per ogni osservazione men che servile.

    Ma è bene aspettare con pazienza, perché la giustizia non mancherà. Per quanto mi riguarda, abbraccerei volentieri quelli a cui non vanno a genio i miei libri e il mio credere e difendere la verità, quelli che hanno sparlato di me e cercato di recarmi danno, a scuola, all’università e altrove. O meglio, li abbraccerei, se non mi facessero un po’ senso.

     

    Leggi tutto...

 
 
 
© I TRIGOTTI
Tutti i diritti riservati - Informativa Cookies

Credits www.dpsonline.it