Genova, 21 Novembre 2018 00.35





 
AQUILE E VIPERE » FILM »

 

02
NOVEMBRE
2007
Articolo letto 3039 volte

ORO O LATTA: QUESTO È IL PROBLEMA

Abbiamo deciso di premiare con opportuni segni del nostro apprezzamento le opere letterarie e cinematografiche che hanno attratto il nostro interesse. Questa rubrica viene aggiornata quando ci pare e il nostro giudizio è inappellabile.

I TRIGOTTI

-Figura_aquila

Assolutamente meritevole del più alto riconoscimento ci è apparso questo film:

 



DAS LEBEN DER ANDEREN (“La vita degli altri”, regista, soggettista e produttore Florian Henckel von Donnersmarck).

Segue un commento di Emilio Biagini:

Sulle atrocità del regime poliziesco comunista nella cosiddetta Repubblica “Democratica” Tedesca esiste ormai un’ampia letteratura. Stanno inoltre apparendo anche film, fra i quali “La vita degli altri” può senz’altro considerarsi il capolavoro. Poche pellicole rendono in modo così crudo ed efficace l’atmosfera opprimente, le calunnie, le minacce, l’intimidazione continua, lo stupro dell’esistenza altrui, la disgregazione della personalità delle vittime dell’ossessivo sistema inquisitorio comunista della Stasi, al servizio non solo dell’astratta ideologia e degli interessi della nomenklatura comunista parassita, ma anche delle voglie oscene di singoli maiali della nomenklatura stessa. Il sistema era perfettamente capace di ridurre chiunque fosse preso di mira, colpevole o innocente delle accuse di “attività antisocialiste”, ad una larva pronta a collaborare. Se le pressioni dirette non bastavano, gli inquisitori del regime ricorrevano a minacce e misure persecutorie contro le persone care dell’accusato.

I nostri articoli sono stati letti
volte
 
 
© I TRIGOTTI
Tutti i diritti riservati - Informativa Cookies

Credits www.dpsonline.it